mercoledì 28 marzo 2012

Opensun, al via un progetto pubblico-privato che coniuga risparmio, riciclo e rispetto dell’ambiente

Modica (RG) - Martedì 3 aprile alle ore 10 a Palazzo San Domenico, nel gabinetto del Sindaco, sarà presentato in conferenza stampa il progetto “Opensun”. Si tratta di un'azione pilota che punta al recupero di computer obsoleti e al loro reimpiego a fini di pubblica utilità. L'obiettivo è ridurre le emissioni di Co2 legate alla costruzione di nuovi personal computer e informare la cittadinanza sul rischio legato alla sovrapproduzione e all’errato smaltimento dei Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). Sui Pc rinati grazie al processo di recupero delle componenti ancora
funzionanti, saranno installate delle distribuzioni gratuite del sistema operativo open source Linux. I computer recuperati saranno utilizzati per allestire aule multimediali di pubblico utilizzo, posizionate nell'ITC Archimede e negli Uffici del Sindaco di Modica e dell'Assessore all'Ambiente. Grazie al progetto Opensun, saranno quindi coniugati risparmio, riciclo e rispetto dell’ambiente, articolando una proficua forma di collaborazione tra pubblico e privato, rivolta a promuovere  comportamenti ecosostenibili. Il progetto è stato ideato dalla Sudplus, azienda modicana che opera nel campo delle energie rinnovabili e del risparmio energetico. I partner sono l’Associazione Software libero Ragusa (So.li.ra.), Legambiente con il Circolo “Il Melograno” di Modica, l’Istituto tecnico commerciale “Archimede” e l’amministrazione comunale di Modica. Alla conferenza stampa interverranno il sindaco di Modica Antonello Buscema, l’assessore all’Ambiente Giovanni Spadaro, il dirigente scolastico dell’ITC Archimede Rosolino Balistrieri, il Presidente della Sudplus Adriano Spadaro, il presidente del Circolo “Il Melograno” di Legambiente Giorgio Cavallo e il Presidente dell'Associazione Software Libero Ragusa Mario Di Raimondo. Nel corso della conferenza stampa, sarà siglato il protocollo d’intesa che regolerà funzioni e compiti tra i soggetti che daranno vita al progetto.
Info e contatti: